Piana Rotaliana

La Piana Rotaliana si estende a nord di Trento fra i fiumi Adige e Noce: è un triangolo di origine alluvionale, circondato da montagne che lo proteggono dai venti freddi, creando un microclima particolarmente favorevole per la vite. 

In questa terra prediletta, luogo che Cesare Battisti definì “Il giardino vitato più bello d’Europa”, coltiviamo Teroldego, Lagrein e Pinot Grigio, vinificati nella nostra cantina di Montagna.

La Piana Rotaliana è in primis regno del Teroldego Rotaliano, vino principe del Trentino ed ance da d.o.c. più storica della nostra provincia. Un Terroir con  caratteristiche pedologiche uniche ed irripetibili, dovute ad un terreno limoso-sabbioso e di buona fertilità, con una presenza di detriti di origine dolomitica, granitica, calcarea e porfirica portati a valle dal torrente Noce, ed alla presenza di maestose montagne che, proteggendolo dai venti freddi provenienti da Nord e trattenendo il calore estivo, creano le condizioni ideali per la maturazione delle uve.